MUSEOCITY - MUSEO S...

Tu sei qui

26 Febbraio 2021 / Eventi

MUSEOCITY - MUSEO SEGRETO

Nell’anno del secondo centenario dalla morte di Carlo Porta (5 gennaio 1821), si intende dare doveroso rilievo ai due dipinti ‘portiani’, esposti nella Sala Grossi: Tommaso Grossi al letto di morte di Carlo Porta, di Enrico Cadolini (1858), e Tommaso Grossi e Carlo Porta compongono il «Giovanni Maria Visconti», di Giacomo Mantegazza, conosciuto per le sue sequenze illustrative della Quarantana.
Si corredano i dipinti con il «Codice Pozzi», una raccolta di autografi di Tommaso Grossi, Luigi Rossari, Gaetano Cattaneo (si osservi nella stessa sala il suo ritratto, messo a disposizione dai discendenti), raccolti da Luigi Rossari per farne dono a Elisa Grossi, figlia di Tommaso, nel suo onomastico: Carolina Pozzi Cavagna Sangiuliani, figlia di Maria e nipote di Elisa, e madre di Antonia, ha voluto donare questo prezioso codice al Centro Manzoniano, in ricordo della figlia Antonia, e della poesia delle sue Parole: si vedano le miniature con i ritratti di Tommaso Grossi, Elisa Grossi, Maria Cavagna Sangiuliani e della nipote Antonia Pozzi.
Il «Codice Pozzi» testimonia gli otto sonetti ‘beroldingheniani’ inviati il 10 marzo 1819 da Porta a Manzoni, e la risposta a lui di Manzoni con un sonetto e un «tetrastico meneghinico», quattro endecasillabi in milanese, la sola sua concessione alla grande tradizione dialettale che ha avuto in Carlo Porta il più alto interprete.
A fianco di questo codice, pregevole anche per la legatura in pelle rossa con iscrizioni dorate, si espongono le principali edizioni di Carlo Porta, tutte presenti nella Biblioteca Manzoniana:
Il Romanticismo. Sestine in dialetto milanese di Carlo Porta. Milano, dalla Tipografia di Vincenzo Ferrario, 1819, pp. 16.

Poesie in dialetto milanese di Carlo Porta coll'aggiunta d'una comi-tragedia scritta dal medesimo di compagnia con Tommaso Grossi, Milano, per Vincenzo Ferrario, 1821, 2 tomi, (nell’antiporta il ritratto di Porta disegnato da Giuseppe Longhi, inciso da Paolo Caronni).

Raccolta di Poesie inedite in dialetto milanese di Carlo Porta coll'aggiunta della Prineide e di alcune altre anonime. Italia, 1826, pp. 206 (la copia manzoniana è a Brusuglio).

Poesie in dialetto milanese di Carlo Porta coll'aggiunta d'una comi-tragedia scritta dal medesimo di compagnia con Tommaso Grossi. Tomi 2. Lugano, Tip. Veladini e Comp., 1826, 2 tomi (con il ritratto, e con nota di proprietà di Teresa Stampa).

Poesie in dialetto milanese di Carlo Porta e Tommaso Grossi, Milano, Guglielmini e Redaelli, 1842.

TORNA ALLA LISTA

Cosa cerchi?

Eventi 151

News 82

Tags